mercoledì 24 settembre 2014

Quattro proposte da PordenoneLegge 2014

Si è da poco conclusa l’edizione 2014 di PordenoneLegge. Quest’anno 30.000 visitatori (stimati), autori e case editrici hanno dato vita a un’edizione notevole, fatta di conferme e di anteprime di un certo calibro.
Una formula che ha reso il festival ad oggi uno dei migliori eventi culturali e letterari d’Italia.


Molti sono stati i libri presentati e quattro sono quelli che a mio avviso dovrebbero essere evidenziati con maggior attenzione. Quattro proposte da Pordenone. Quattro libri  che sono il simbolo di questa XV edizione.

La Ferocia – Nicola Lagioia (Einaudi) (19,50€)
“Questa è la storia di due giovinezze, una famiglia, una città, delle colpe dei padri annidate nella debolezza dei figli, di un mondo dove il denaro può aggiustare ogni cosa fino all’attimo preciso in cui è già troppo tardi. Al centro c’è un corpo di una donna chiuso nello sguardo di tutti quelli che hanno creduto di poterlo possedere, e intorno l’abissale cruenta vanità del potere. Mobile e intenso La Ferocia è un libro che costruisce un mondo:  il nostro.”

Il crollo di una famiglia diventa l’espediente perfetto per raccontare tutto quello che c’è intorno. Quello che può essere definito il “Gotico Meridionale”. Quando la provincia è capace di raccontare l’Italia. Quando la provincia diventa osservatorio.
Il tutto narrato con uno stile curato e una buona dose di noir che non deve spaventare i lettori meno coraggiosi. Dopo “Riportando tutto a casa”, l’atteso ritorno di Nicola Lagioia.